Peccato, ma ELISIR è stato davvero grande.

Ho aspettato il giorno dopo per scrivere questo pezzo perché volevo capirci qualcosa. Dopo aver rivisto la corsa duecento volte mi sono fatto l'idea che ELISIR in un modo o nell'altro sarebbe passato lo stesso, perché da sempre ha qualcosa in più di ELFO. Così come la sfortunata FEDORA che, senza lo scivolone del I Casato, ora ci farebbe commentare un'altra corsa e probabilmente con meno amaro in bocca. Ma sinceramente ELFO di più non poteva fare e Giovanni ha fatto l'impossibile: mossa bellissima, poi è riuscito ad evitare il DRAGO che cadeva al I Casato e a riprendersi la prima posizione. Ma soprattutto ha saputo controllare la TORRE che aveva un cavallo nettamente più forte. Con la progressione di ELISIR, che un po' ha ricordato il mitico QUARNERO, si va lontani. E bravo anche Gingillo, sul quale sinceramente non avrei puntato una mentina ciucciata. Bruschelli non pervenuto, ma tutto sommato soddisfatto, un'altro suo pupillo al quale mancava la vittoria ce l'ha fatta. Infine una piccola riflessione "fanta-statistica". Dal 2 luglio 2000 ad oggi, ossia nel nuovo secolo - mille anni fa il Palio alla Tonda non esisteva - si è venuto a creare un Quadrumvirato: il S.I.L.B. (Selva-Istrice-Leocorno-Bruco). Infatti se si guarda alle 19 carriere corse dall'inizio del secolo, ben 12 sono state vinte da queste 4 Contrade rispettivamente per 3 volte da ciascuna. Roba da far invidia anche al T.O.N.O. e alla Quadruplice.

Bubbolo, 17.08.2008

Scocca l'ora della verità

Ho fatto un sogno, ma non voglio svelarlo. Era tutto molto strano ieri sera, senza la prova generale, con la città fradicia e fredda. Sembrava già autunno, altro che agosto. Ma oggi tornerà il sole, tornerà l'estate, sarà Palio. La battaglia che ogni anno, per due volte, ci lega a questo incanto. Nella gioia e nella rabbia, nel riso e nel pianto. C'è l'avversaria che può vincere, ma io non ho paura, voglio vivere fino in fondo questo dolce e violento tormento. Non ne so fare a meno. E se fosse ancora gioia, sarebbe bellissimo.

Bubbolo, 16.08.2008

Bentornato GIOVANNINO !!!

Giovanni Atzeni detto Tittia torna in Fontebranda a tredici mesi dalla splendida vittoria riportata con FEDORA SAURA e noi ne siamo molto contenti. Il fantino è cresciuto tantissimo in questi ultimi due anni ed è ormai considerato, una delle monte più desiderate. Dopo due prove la sintonia con ELFO sta crescendo.

Bubbolo, 14.08.2008

9 . 33 . ELFO DI MONTALBO scende in Fontebranda

Torniamo indietro alla carriera del 2 luglio scorso. GIA' DEL MENHIR (ISTRICE) è incalzato da ELFO DI MONTALBO (TORRE), ma riesce a resistere e vince con - cosa non da poco - Gigi Bruschelli sopra. E' innegabile, per noi ocaioli, tirare un sospiro di sollievo e ringraziare, oltre a Gigi, il prodigioso GIA'.
13 agosto GIA' prende la via di Salicotto (sigh, sigh)... ma fermi tutti non è finita... 9 OCA (naturalmente) ELFO scende in Fontebranda. Che sia la rivincita? Scherzi da Palio. Così è la sorte.

Bubbolo, 13.08.2008

L'OCA torna sul tufo, il Bruschelli farà 12 ?

L'uscita dall'Entrone dell'ultima carriera vittoriosa.

E’ l’ora del Palio. L’Oca torna sul tufo dopo la strepitosa vittoria dello scorso anno (2 luglio) e soprattutto, dopo le arcinote vicende attuali che rischiano di protrarsi ancora a lungo.
Tutta Siena sembra chiedersi che Oca sarà? La Torre, a leggere i blog di alcuni suoi contradaioli, preferisce non fidarsi ed a mio avviso fa bene. Sa perfettamente che l’Oca è maestra nel tessere strategie ed i riflettori che per troppo tempo sono stati accesi su Fontebranda non hanno minimamente intaccato la voglia di vittoria e le aspirazioni della sua gente. Il popolo di Salicotto, dal canto suo appare molto agguerrito, dopo la bella prova di luglio, ma dovrà tener conto del Bruschelli che sembra, dico sembra, piuttosto intenzionato a vincere per la dodicesima volta. Così da rovinare il sonno, nel prossimo inverno, a diverse dirigenze ed al mitico Aceto che comincia a far finta di nulla e a dire che al tempo suo il Palio era un’altra cosa. Ma anch'io, al pari dei miei avversari, preferisco non fidarmi e mercoledì alle una, sotto il sole, oltre alla mia Oca terrò d'occhio anche la Torre.
Una piccola raccomandazione che non c'entra affatto con la rivalità Oca-Torre. Qualcuno può pregare la sig.ra Petruni della RAI di smetterla di parlare delle 4 verdi, come fa tutte le volte. Hai visto mai che a forza di tirare fuori questa storia finiscono per crederci anche gli "amici" della LAV.
Faccio al condottiero Marco Bartali - che non ho ancora avuto modo di conoscere personalmente - e a tutto il suo staff un grandissimo "in bocca al lupo".
Viva l’Oca.

Bubbolo, 12.08.2008


ILPALIODISIENA.EU
tutto sul Palio

 

indietro