Palio di Siena 2006
CARRIERA DEL 16 AGOSTO 2006


Ad agosto il palio dell'Oca è segnato già dalla tratta col sorteggio di DIDIMO, una delle tre brenne del lotto.


16.08 - Didimo: C.V.D. (come volevasi dimostrare)

E' doveroso chiedere scusa a tutti i contradaioli poiché ho sbagliato la previsione del centenario. Non abbiamo vinto, ma questo a parte la cabala, lo sapevamo dal 13 mattina. Con un cavallo così non puoi neppure sperare, tuttavia è stato simpatico con quel labbro bianco e quegli occhietti vispi. Grande corsa del Ricceri nella Selva, a parte il giro d'onore, ottimi MONTONE e BRUCO. Sfortunato il NICCHIO che può recriminare su quell'incredibile partenza annullata. La cronaca della corsa la trovi qui

I nostri uomini

15.08 - La TORRE ritira il proprio barbero dalla carriera a causa di una distorsione riportata all'anteriore destro.

In questo doloroso momento per il popolo di Salicotto, voglio manifestare a loro tutta la mia solidarietà di contradaiolo, seppure extramoenia e stringere simbolicamente in un abbraccio affettuoso il barbero DESMON, che mi auguro si rimetta al più presto. E' ancora vivo in me il ricordo del ritiro della cavalla Zullina avuta in sorte dall'OCA nell'agosto 2000 e delle tante attestazioni di solidarietà ricevute allora dai nostri avversari.

OCA: buona la IV

Complice anche l'assenza forzata della rivale, finalmente si è assistito ad una bella partenza e due giri mozzafiato di DIDIMO e BIGHINO che, evidentemente, hanno deciso di gettare la maschera per provare a dire la loro - ELISIR, ZODIACH ed ELFO rimangono comunque di un altro pianeta - in questa carriera di mezz'agosto. Che dire, se son rose fioriranno.


14.08 - L'offerta dei ceri e la III prova

Toccante, come al solito, l'appuntamento con l'offerta dei Ceri in Duomo

Le nostre bellissime cittine L'austerità del giovane tamburino
L'ingresso dei nostri ceri in Cattedrale

Piccola considerazione dopo la III prova

Walter non trova posto

La III prova ha ricalcato un po' le precedenti, la solita "danza" all'interno del canape, per dirla alla Masoni (Canale 3) con la TORRE che aspettava il momento buono per non farci partire e noi che rimanevamo intraversati. Confesso che sono rimasto un'altra volta deluso di non vedere all'opera Walter e Didimo poiché, abbassato il canape, ho assistito alla scelta di continuare a non provare il cavallo in cambio dell'ormai consueto "saltellio e trotterellio" che ha finito per contrariarmi e arrovellarmi nella domanda, ma questo cavallo c'è o non c'è?
Poi, nel corso della serata l'arrabbiatura è sfumata con qualche rocchio e con gli amici di sempre.

Un raro momento di discreto allineamento


13.08 - Ci tocca Didimo. Molta delusione, ma cerchiamo di capirci.

Didimo in Santa Caterina e la perplessità dei contradaioli

In molti sostengono che ci è toccato il peggior soggetto del lotto, ma qualcuno ha il coraggio di indicarmi qual'è il migliore? L'esclusione di BRENTO e VAI GO, ci hanno subito tolto il gusto del brivido. ZODIACH, un mio vecchio pallino, non sembra più essere quello di un tempo ed ELISIR non può essere migliorato in un mese, a meno che Gigi non faccia il miracolo. CHOCI che torna nella PANTERA non sembra contare più di tanto. Nelle batterie ho visto buoni partenti DOSTOEVSKIJ (VALDIMONTONE) e DEJANIRAH (AQUILA), ma dove sono finiti i bomboloni?
E veniamo a DIDIMO. Con tutto il rispetto che posso nutrire per questo animale, chiedo ai dieci capitani che l'hanno scelto: <<Ma l'avete guardato bene?>> L'ho sentito anche paragonare a Panezio, roba da pazzi.

E tuttavia, il buonumore non manca.

Dopo la I prova
Didimo esce veloce dai canapi insieme a Dejanirah (AQUILA)
E con questa speranziella che vogliamo addormentarci stasera. E non voglio dire altro.


I nostri meravigliosi ragazzi

Appuntamento con la storia ?

La storia sta per ripetersi, lo vado dicendo dallo scorso anno ed io punto tutto su questo palio. I segnali finora non sono stati molto confortanti e nell'aria non sembra ancora regnare quella magica attesa che prelude alla purissima luce della vittoria, come la madonna Assunta del drappellone di Stefanoni.
Ma il centenario esige tutto il suo rispetto, a dispetto del cavallo che ci toccherà, della posizione al canape, dell'avversaria che farà di tutto per "scavallarci" al I San Martino.
CLANGIT AD ARMA, mio grande popolo fiero, è giunta l'ora della rinascita, andiamoci a prendere questo cencio. Viva l'Oca.

Massimo, 11.08.2006
 


ILPALIODISIENA.EU
 
tutto sul Palio

indietro2 luglio