Quel cencio che non va giù
di Massimo Tinti e Franco Bellino

Il tanto discusso cencio di Francesco CLEMENTE

Un drappellone dovrebbe essere espressione di un artista, della sua personale visione della Festa e non dovrebbe prescindere dall'intima passione che anima Siena.
A mio avviso Il cencio di Clemente non è brutto, magari lo fosse. Il brutto e il bello sono concetti soggettivi che possono generare sentimenti che vanno dall'estasi al disgusto. Questo è un cencio malato di sufficienza, di assenza di studio del contesto al quale è destinato. Non riesce ad essere neppure uno sberleffo, ma più semplicemente un gesto di totale indifferenza nei confronti di Siena, della sua Madonna Assunta, delle Contrade. Quasi un affronto. Questa "figura" che sembra uscita da un carnevale rionale o da un manicomio cosa può avere in comune con la Vergine Assunta? (mt)
Per 5 minuti ho pensato: lo hanno velato per aumentare la sorpresa quando ce lo mostreranno. No, non era velato. E non mi è piaciuto che si dicesse : “mi hanno mandato una sola seta e quella ho dovuto dipingere”. E non mi è piaciuta la giustificazione:"ha dovuto dipingere in orizzontale". Perchè Pollock come dipingeva? E Giotto agli Eremitani o Masaccio alla Brancacci dipingevano comodi? E non mi è piaciuto sentir dire: l'ho fatto in un giorno.
Picasso faceva dei capolavori in pochi secondi. Ma si chiamava Picasso. Pochi secondi possono essere la sintesi di decenni di studio, come per Matisse. O Hokusai. O i semplicissimi Enso, i cerchi tracciati con un’unica pennellata dopo anni di preparazione. Magari qualcuno mi spiegherà che il Palio di Clemente è bello e giusto. Per ora, per me è approssimazione, superficialità e anche un pizzico di arroganza. Eppure so che Clemente è persona colta, intelligente e profondo conoscitore dell'Oriente. L’India e la Cina dovrebbero avergli insegnato l’importanza dell’ascolto. Forse gli è mancato un minimo di dialogo con qualcuno che potesse appassionarlo a Siena e al suo drappellone. Forse una volta di più noi avremmo potuto fare qualcosa di più.(fb)
 

indietro