ILPALIODISIENA.EU
tutto sul Palio

16 agosto 1952


Il drappellone di Bruno MarziContrade partecipanti: OCA, GIRAFFA, DRAGO, ONDA, VALDIMONTONE, NICCHIO, AQUILA, LEOCORNO, BRUCO e CHIOCCIOLA.

Alla mossa BRUCO e AQUILA caddero malamente, la mossa non fu ritenuta valida ed Amaranto, fantino infortunato del BRUCO, fu portato via a braccia.
Secondo il Regolamento, se Amaranto non fosse stato in grado di risalire a cavallo il BRUCO avrebbe dovuto ritirarsi dalla carriera. Mentre i fantini si avviavano verso l'Entrone, alcuni gruppi di contradaioli invasero la pista.
Si verificò allora un fatto inaudito: il fantino della CHIOCCIOLA fu invitato dal mossiere a montare sul BRUCO, mentre sulla Contrada di San Marco sarebbe montato Fernando Leoni detto Ganascia, che si trovava sui palchi a fare da spettatore. Alla seconda mossa partirono in testa AQUILA e NICCHIO. A San Martino entrò primo il NICCHIO, seguito dal MONTONE. Mentre le due Contrade si nerbavano, ONDA e OCA cominciarono a farsi sotto minacciosamente. La caduta del NICCHIO al Casato sembrò lasciare via libera al MONTONE  che stava andando a vincere. Ma proprio negli ultimi metri l'OCA ebbe la meglio e vinse.

L'arrivo vittorioso di Remo "Rompighiaccio".
 
 
L'arrivo vittorioso di Rompighiaccio e Niduzza

 


Cavallo: Niduzza
Fantino: Remo Antonelli detto Rompighiaccio
Capitano: Vieri Pannocchieschi d'Elci

2 luglio 1948   indice   16 agosto 1959

ILPALIODISIENA.EU
tutto sul Palio