NOBILE CONTRADA DEL NICCHIO - IDENTITA' E TERRITORIO

Stemma della Nobile Contrada del Nicchio

Compagnia Militare di Abbadia nuova di Sopra  Compagnia Militare di Abbadia nuova di Sotto

I N S E G N A

Stemma azzurro, una conchiglia d'argento, coronata alla granducale tra due rami di corallo rosso, tre nodi di Savoia e due rose, l'una rossa e l'altra argento.
La Contrada ha il titolo di Nobile per il valore delle sue milizie a Montaperti (1260) e a Porta Pispini (1527); per aver portato l'acqua nel rione nel 1469 e alla fonte dei Pispini nel 1534.

B A N D I E R A

Turchino con liste gialle e rosse.

M O T T O

E' il rosso del corallo che m'arde in cor.

S I M B O L E G G I A

Riservatezza

C O M P A G N I E
M I L I T A R I

Abbadia nuova di Sopra, Abbadia nuova di Sotto.

C O R P O R A Z I O N E

Vasai

O R A T O R I O

Tra via de' Pispini e via dell'Oliviera, costruito nel 1680 dai contradaioli e dedicato al loro patrono.

S A N T O   P A T R O N O
E
F E S T A   T I T O L A R E

San Gaetano da Thiene, 7 agosto.

M U S E O - S E D E

Via dei Pispini, 68/70 - tel. 0577.49600

S O C I E T A'
D I
C O N T R A D A

SOCIETA' LA PANIA - Via dei Pispini, 112 -
tel. 0577.222666

S I T O    I N T E R N E T
U F F I C I A L E

www.nobilecontradadelnicchio.it

F O N T A N I N A
B A T T E S I M A L E

Fonte dei Pispini (XVI secolo), piazza Santo Spirito.

G E M E L L A G G I O

ASCIANO (SI)

C O N T R A D E
A L L E A T E

BRUCO, ONDA e TARTUCA

C O N T R A D E
R I V A L I

VALDIMONTONE (dal 1952)

I N C I T A M E N T O

NI-NI-NICCHIO

C O N T R A D A I O L O

Nicchiaiolo

N U M E R O
F O R T U N A T O

51

D E S I G N A Z I O N E
T O P O N O M I C A

PISPINI

Bandiera della Nobile Contrada del Nicchio

TERRITORIO DELLA NOBILE CONTRADA DEL NICCHIO

dal BANDO di Violante di Baviera (1729)

I territori delle 17 Contrade

Dalla Porta S. Viene comprenda tutte le Strade de' Pispini e S. Gaetano, Fiera Nuova e Fiera Vecchia, e Strada del Refugio, col convento di S. Monaca, Piazza del Ponte, inclusive la Colonna; prenda passando per l'Arco del Ponte le case a man destra fino alla Chiesa di S. Giorgio inclusive, contenendo la Piazza col Convento di S. Spirito, e Finimondo.

Nella figura i due barberi indicano: la Sede Museale (quello con stemma) , la Società di Contrada (l'altro).

   LEGENDA DEI LUOGHI ATTUALI

P o r t a   S . V i e n e
Ora Porta Pispini. Era detta <<San Viene>> perché da questa porta tornarono, accolte dal grido "il Santo viene", le spoglie di S. Ansano nel 1107. Potrebbe anche essere la corruzione di S. Eugenia, nome della Parrocchiale appena fuori le mura.

C o n v e n t o   d i   S . M o n a c a
Il nome esatto è S. Monica; già sede delle monache Agostiniane si trovava dietro la Chiesa di S. Raimondo al Refugio. Il Convento venne soppresso nel 1785 e venne aggiunto al Conservatorio del Refugio.
P i a z z a   d e l   P o n t e
Lo slargo che da via dell'Oliviera immette nella via Romana all'altezza del cosiddetto Ponte di Romana.
A r c o   d e l   P o n t e
In antico detta Porta S. Maurizio.
S . G i o r g i o
Vi aveva sede all'epoca del Bando il Seminario Arcivescovile; vi era stato infatti trasferito nel 1716. Il Seminario era stato fondato nel 1614 e aveva avuto la sua primitiva sede presso la Chiesa di S. Desiderio.
La Chiesa di S. Giorgio è insigne costruzione che risale, in origine alla fine del XII secolo e ha poi subito numerose trasformazioni. Ospita importanti opere d'arte e la tomba del pittore Francesco Vanni.
C o n v e n t o   d i   S . S p i r i t o
Il Convento e la omonima Chiesa furono costruiti nel 1345 per i Frati Silvestrini; subì poi una articolata operazione di rifacimento nei primi decenni del XVI secolo sotto Pandolfo Petrucci. Fino al 1867 vi rimasero i Domenicani. Il titolo corretto della Chiesa è di S. Maurizio in S. Spirito a ricordo della Chiesa demolita nel 1782. Nel Convento hanno trovato sede, dal 1883, le Carceri.
F i n i m o n d o
Vicolo omonimo. Forse chiamato popolarescamente così perché è senza sfondo.

indietro | cronache | vittorie