Il Palio è tornato

Ritornare a Siena è sempre una festa, soprattutto in giornate come ieri, per rivivere sensazioni che temevo irrimediabilmente perdute. La distesa di ombrelli in piazza del Campo, le emozioni di popoli tornati a riunirsi sotto i propri colori, gli sguardi sorpresi degli immancabili turisti.

Lo sventolio delle bandiere dal palazzo comunale cancella l’incubo di un’altra estate senza palio ed apre la strada alla stagione che verrà, nonostante un’insolita pioggia intermittente allontani per un giorno il prematuro caldo estivo.

Il DRAGO che gira, esce per primo, poi il BRUCO e con la pioggia non può non spuntare la CHIOCCIOLA, quindi la PANTERA, la CIVETTA ed infine – con mio lieve disappunto la rivale TORRE. Poi scopriremo che nell’enfasi del momento, è stato sbagliato l’ordine. La CIVETTA sarebbe dovuta uscire al posto della PANTERA e viceversa, ma che importa, sei uscite sono una rarità.

L’estrazione è conclusa, fra un mese dieci eserciti si sfideranno sul Campo. Milioni di pensieri, speranze e illusioni stanno per riversarsi ancora una volta su questa magica conchiglia.

E’ l’estate senese che si annuncia, con tutti i suoi sapori, come un ricordo che dura da tutta una vita e al quale sono legato indissolubilmente. Non importa se la mia Contrada dovrà aspettare ancora, il Palio è tornato ed è ciò che adesso conta.

 

Massimo Tinti, 30 maggio 2022

indietro