PALIO DI SIENA - 16 AGOSTO 2003

Trifora

Trifora


1

Entra nella pagina dedicata alla Contrada

TORRE

3

Entra nella pagina dedicata alla Contrada

CIVETTA

5

Entra nella pagina dedicata alla Contrada

NICCHIO

7

Entra nella pagina dedicata alla Contrada.

LUPA

9

Entra nella pagina dedicata alla Contrada

LEOCORNO


CARRIERA DI MEZZ'AGOSTO

16 AGOSTO 2003


Qui a fianco si riportano le bandiere delle Contrade - cliccando su ognuna si accede direttamente alle pagine dedicate alla Contrada - che prenderanno parte alla corsa, il numero che appare sopra a ciascuna ne identifica l'ordine di entrata nel Campo durante il Corteo Storico.

6 LUGLIO - ESTRAZIONE (regole)

Oltre alle 6 Contrade che corrono di diritto (l'ISTRICE non corre per squalifica), sono state estratte LUPA, BRUCO, LEOCORNO e ONDA in modo da completare il lotto di 10 che partecipa a questo Palio.

VALDIMONTONE, PANTERA, TARTUCA, SELVA, OCA, DRAGO e ISTRICE invece, prenderanno parte alla carriera del 16 agosto 2004.

10 AGOSTO - PRESENTAZIONE DEL PALIO

Il drappellone di Andrea Rauch - fronte   Il drappellone di Andrea Rauch - retro

Andrea RauchAndrea Rauch (Siena, 1948), ha dipinto il drappellone ispirato a Duccio di Buoninsegna dedicato alla Madonna Assunta. Grafico, ha disegnato e progettato immagini per enti pubblici, istituzioni culturali e movimenti politici. Suoi manifesti fanno parte delle collezioni del Museum of Modern Art di New York, del Musée de la Publicité del Louvre di Parigi e del Museum für Gestaltung di Zurigo.
Nel 1998 e nel 2002 le Edizioni Nuages hanno pubblicato i volumi "Design & Identity" e "Dis-continuo", due vaste ricognizioni sul suo lavoro di grafico. Dal 1994 al 2002 ha tenuto la cattedra di Graphic Design presso il corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università di Siena.
Nel drappellone la Vergine Assunta richiama la porzione centrale del rosone absidale, recentemente restaurato, così come i colori: la gamma cromatica di Duccio è facilmente riconoscibile nella tavolozza di Rauch. Stesi in maniera precisa, mediati più dal richiamo sensoriale che emozionale, caricano la stoffa di significati antichi.
Il blu del manto della Madonna, in contrasto con il rosso, prezioso, della veste, sfuma sul fondo nero, mettendo in risalto l'iconografia delle Contrade proposte, dall'artista senese, attraverso l'utilizzo dei barberi.
Dipinto anche sul retro, in maniera bidimensionale, quasi a voler tradurre il sogno e la realtà dei senesi, che partecipano alla Carriera, in una visione speculare, con varianti di colori che rimandano alla preziosità, formale e raffinata, delle vetrate del XIII secolo. Il piano di tessuto riesce a tradurre la concettualità dell¹artista, dispensando diagrammi di luce tipici dei vetri piombati, e mantenendo, al contempo, inalterata la riconoscibilità del tratto e delle forme, che hanno reso celebre il graphic designer.

13 AGOSTO - LA TRATTA (regole)

ELENCO DEI CAVALLI AMMESSI

C a v a l l o N. coscia N. coscia C a v a l l o
ACQUARIO 7 16 BUSACHI
AFARA 22 1 CAMBANOA
ALANIS 4 21 CARO AMICO
ALGHERO 23 6 CAYO
ALTOPRATO 10 11 CHIARRO
AMOROSO 3 15 CHOCI
ARTU' VALOROSO 5 17 CIARLIN
BALLO SARDO 14 13 CURRECURRE
BARESI 25 24 URBAN II
BELISARIO 9 2 VAI GO
BERIO 12 20 ZAGABRIA DE MORES
BIG BIG 19 26 ZOARCO
BRENTO 18 8 ZODIACH

ASSEGNAZIONE DEI PRESCELTI

Or

Co

Contrada

 

Or

Co

Contrada

1 3 NICCHIO 6 18 LEOCORNO
2 5 TORRE 7 19 AQUILA
3 8 CIVETTA 8 23 ONDA
4 10 CHIOCCIOLA 9 24 GIRAFFA
5 12 BRUCO 10 25 LUPA

BRUCO, LEOCORNO, GIRAFFA e CIVETTA hanno i cavalli più forti.

ORDINE ASSEGNAZIONE CAVALLI CON MONTE DEFINITIVE

Contrada Barbero Fantino
LEOCORNO BRENTO Sgaibarre
CHIOCCIOLA ALTOPRATO
ONDA SALASSO Alghero
LUPA BARESI Voragine
NICCHIO AMOROSO Tittia
AQUILA BIG BIG Brio
CIVETTA ZODIACH Gingillo
BRUCO BERIO Trecciolino
TORRE ARTU' VALOROSO Bighino
GIRAFFA URBAN II Il Pesse

13/16 AGOSTO - LE PROVE (regole)

Prova Contrada Vincitrice
CIVETTA
BRUCO
LEOCORNO
CIVETTA
gen. CIVETTA
provaccia GIRAFFA

16 AGOSTO - LA CORSA (regole)

La mossa con le relative posizioni al canape:

CIVETTA

BRUCO

GIRAFFA

CHIOCCIOLA

ONDA

LUPA

TORRE

NICCHIO

AQUILA

LEOCORNO

R 9 8 7 6 5 4 3 2 1

Alle 19,05 i barberi escono dall'Entrone per avviarsi alla mossa. Dopo tre mosse invalidate e una gragnola di richiami ai fantini - è passata più di un'ora - finalmente si parte.
Il BRUCO è il più rapido ad uscire dai canapi affiancato dalla GIRAFFA e più indietro da LUPA, CHIOCCIOLA, ONDA e NICCHIO che al largo appare in netta rimonta.
Prima della Fonte Bruschelli sollecita anche con il nerbo il suo Berio, poi opera la prima manovra decisiva del Palio. Non si impegna in un testa a testa con Urban, di cui conosce bene le doti di scattista ma anche i limiti alla distanza, e cerca un corridoio più interno in scia, mentre la CHIOCCIOLA viene risucchiata nelle retrovie. La GIRAFFA gira così in testa seguita da BRUCO, NICCHIO, AQUILA e CIVETTA. In fondo, si compie il triste destino di Alghero e ancora più dietro il Pusceddu con una piroetta sembra scendere da Artù Valoroso.
Al Casato, mentre sfilano GIRAFFA e CIVETTA, l'AQUILA impancia violentemente il NICCHIO, finendo per comprometterne la promettente risalita. Ma Tittia riesce miracolosamente a restare in groppa ad Amoroso, pur senza più chanches. Anche il Mari resta a cavallo, ma per finire sul tufo al successivo San Martino, che vede questa nuova gerarchia: GIRAFFA, BRUCO e CIVETTA. Per tutte le altre, Palio finito.
Il Bruschelli compie la seconda mossa decisiva. Appena finita la curva, mette il nerbo addosso a Berio e il cavallo ripaga con uno spunto che non consente al Pes alcuna manovra difensiva. Il BRUCO passa in testa e la sensazione che i giochi siano fatti viene confermata in modo definitivo al Casato, dove la CIVETTA che tenta il tutto per tutto impancia la GIRAFFA e la accompagna verso i palchi, consentendo così a Trecciolino di gustarsi un terzo giro da dominatore e al capitano Gianni Falciani, con tutto il propolo del BRUCO, di godere appieno del gusto di una vittoria costruita a tavolino, a partire dalla scelta di Bruschelli come fantino di contrada. Una politica ben ripagata e che, se seguita da altre Contrade, potrebbe in generale contribuire a ritrovare dinamiche della Festa più in linea con la tradizione.

Trecciolino e Berio portano il BRUCO in paradiso

DOPO LA CORSA

Chi perde 'un cogliona e solo il BRUCO fa festa.

2 Luglio 2003 | indietro | 2 Luglio 2004


Trifora

Trifora


2

Entra nella pagina dedicata alla Contrada

AQUILA

4

Entra nella pagina dedicata alla Contrada

GIRAFFA

6

Entra nella pagina dedicata alla Contrada.

CHIOCCIOLA

8

Entra nella pagina dedicata alla Contrada.

BRUCO

10

Entra nella pagina dedicata alla Contrada.

ONDA