PALIO DI SIENA - 2 LUGLIO 2011

Trifora

Trifora


1

Nobile Contrada dell'Oca

OCA

3

Contrada del Valdimontone

VALDIMONTONE

5

Contrada Priora della Civetta

CIVETTA

7

Contrada della Pantera

PANTERA

9

Nobile Contrada del BRUCO

BRUCO

palio di siena
CARRIERA DI PROVENZANO

2 LUGLIO 2011


Qui a fianco si riportano le bandiere delle Contrade - cliccando su ognuna si accede direttamente alle pagine dedicate alla Contrada - che hanno preso parte alla corsa, il numero che appare sopra a ciascuna ne identifica l'ordine di entrata nel Campo durante il Corteo Storico.

29 MAGGIO - ESTRAZIONE (regole)

Oltre alle 7 Contrade che corrono di diritto, sono state estratte nell'ordine: DRAGO, BRUCO e ISTRICE, in modo da completare il lotto di 10 che partecipa a questo palio.

ONDA, TORRE, GIRAFFA, LEOCORNO, SELVA, AQUILA e NICCHIO invece, prenderanno parte alla carriera del 2 luglio 2012.

25 GIUGNO - PRESENTAZIONE DEL PALIO

Il drappellone di Tullio Pericoli

Tullio PericoliE' TULLIO PERICOLI, ascolano di nascita (1936) e milanese di adozione, l’artista che ha dipinto il drappellone del 2 luglio 2011. La parte allegorica del cencio, per decisione della Giunta Comunale, deve in qualche modo celebrare il 150° anniversario dell’Unità d'Italia, uno dei periodi più significativi della storia del nostro paese.
Il nome di Pericoli è conosciuto in tutto il mondo, soprattutto per le sue bellissime esposizioni nelle gallerie e nei musei privati dove l’utilizzo davvero straordinario dell’ acquerello e delle tecniche miste, lo ha fatto apprezzare da importanti critici e collezionisti. Legato alla poetica di Paul Klee, Tullio Pericoli si è fatto conoscere soprattutto per la sua delicatezza e per figure innovative. Ha iniziato la sua carriera nel 1970 collaborando con le riviste Linus, L’Espresso, ma anche con quotidiani come: Il Corriere della Sera e Repubblica. Nel 1993 ha ricevuto il "Premio Gulbransson" dall'Olaf Gulbransson Museum di Tegernsee e tra i suoi lavori degli ultimi anni, molto successo ha riscosso l’esposizione del 2010, al museo dell'Ara Pacis a Roma, di una serie di dipinti, paesaggi e ritratti.
Forse il tratto che più lo contraddistingue è il ritratto d’autore ovvero la sua personalissima interpretazione dei volti più conosciuti del panorama culturale mondiale. Mentre il lato forse meno conosciuto appare la ricerca sul paesaggio, in particolare quello nativo, il marchigiano.
Quel paesaggio che ne accompagna la vita, solchi di colline e foreste minacciose immaginate dalla finestra dei ricordi. L’artista attraverso forti incisioni sulla superficie pastosa degli olii tende a raffigurare, dando spessore allo stesso dipinto, la materia dura e rigogliosa della
terra. Ad un primo sguardo i dipinti appaiono come fotografie reali del paesaggio marchigiano e laziale reinterpretate dall’artista che diventano così rappresentazioni della fantasia e dell’ anima. Ricordi, echi e atmosfere familiari sin dall’infanzia vissuta nei posti rappresentati. Colori minerali che esplorano le estensioni dell’argento e dell’ardesia, i bianchi e le tante sfumature di grigio scabro dei canali o dei solchi tracciati come leggere incisioni. O al contrario si accendono di toni ferruginosi, materici, caldi, bruni, arancio e ocra; di verdi in simpatia di azzurro, di rosa albeggianti e teneri.

29 GIUGNO - LA TRATTA (regole)

ELENCO DEI CAVALLI AMMESSI

C a v a l l o N. coscia N. coscia C a v a l l o
ELFO DI MONTALBO 29 17 LARDO'
ELYSYRIO 2 16 LEZERA
FARSALO 12 24 LO SPECIALISTA
FEDORA SAURA 3 15 LOTAR DE BONORVA
FREESBY ASS 10 LU MUTU DI GALLURA
GAMMEDE 4 13 MACHINE GUN
GIOSTREDDU ASS 23 MARROCULA
GIRA E RIGIRA 31 26 MESSI
GUADALUPE 6 19 MIGUEL
GUESS 20 9 MISSISIPPI
INDIANOS 5 26 MISSISSIPPI
INSOMMA 21 22 MOEDI
ISTEMMA 14 27 MONTIGU
ISTRICEDDU 7 25 MOSE' DE P.ULPU
IVANOV 11 18 NICOLAS DE P.ULPU
LAMPANTE 30 8 NOTTAMBULO
LAMPO DE AIGHENTA 1    

ASSEGNAZIONE DEI PRESCELTI

Or

Co

Contrada

 

Or

Co

Contrada

1 5 DRAGO 6 24

VALDIMONTONE

2 11 TARTUCA 7 26 OCA
3 19 PANTERA 8 27 CHIOCCIOLA
4 22 ISTRICE 9 29 LUPA
5 23 CIVETTA 10 30 BRUCO

Ben sei esordienti con tre esclusioni eccellenti, fanno virare la scelta su un lotto decisamente verso il basso. Se i popoli di LUPA, VALDIMONTONE, BRUCO e CHIOCCIOLA saltano per soggetti come Elfo di Montalbo, Lo Specialista, Lampante e l'esordiente Messi che non hanno mai vinto in piazza, allora possiamo ritenere che il margine di superiorità sia minimo e la sorpresa possa essere dietro l'angolo. Ma le monte e le prove, ci forniranno qualche indicazione in più.

ORDINE ASSEGNAZIONE CAVALLI CON MONTE
(diventeranno ufficiali il giorno 2 alle ore 11,00)

Contrada Barbero Fantino
PANTERA Miguel Trecciolino
VALDIMONTONE Lo Specialista Scompiglio
CHIOCCIOLA

Ritiro per grave infortunio occorso al barbero MESSI durante lo svolgimento della IV prova.

BRUCO Lampante Gingillo
CIVETTA Marrocula Brio
DRAGO Indianos Girolamo
OCA Mississippi Tittia
ISTRICE Moedi Bighino
LUPA Elfo di Montalbo Vittorio
TARTUCA Ivanov Carburo

29 GIUGNO/2 LUGLIO - LE PROVE (regole)
scarica tutto l'orario

Prova Contrada Vincitrice
PANTERA
CHIOCCIOLA
ANNULLATA PER PIOGGIA
VALDIMONTONE
gen. ANNULLATA PER PIOGGIA
provaccia TARTUCA

2 LUGLIO - LA CORSA (regole)

La mossa con le relative posizioni al canape:

CIVETTA

LUPA

OCA

DRAGO

TARTUCA

VALDIMONTONE

BRUCO

PANTERA

ISTRICE

R 8 7 6 5 4 3 2 1

Eravamo convinti che il margine di superiorità di questi cavalli fosse minimo e non ci siamo sbagliati di molto. La sorpresa viene dall'esordiente Mississippi (OCA) che insieme a Lampante (BRUCO), per un giro hanno dato vita ad un duello emozionante, conclusosi prematuramente con l'errore di quest'ultimo, che ha spianato la strada al successo della Contrada di Fontebranda. La differenza l'ha fatta però Giovanni Atzeni detto Tittia che ha saputo vincere magistralmente una corsa senza sbagliare nulla.
Mossa rapidissima, sotto i dieci minuti. Escono benissimo BRUCO, VALDIMONTONE e DRAGO seguite da TARTUCA, OCA e le altre. Sorprende vedere il Bruschelli (PANTERA) rimanere attardato. L'ISTRICE, intanto, ha tagliato la pista in cerca della LUPA (partita male) ed è riuscito a rallentarne l'azione. Al I S.Martino il BRUCO comanda inseguito dal VALDIMONTONE poi c'è la TARTUCA che cade e frena la CIVETTA segue il DRAGO. Le contrade che seguono il BRUCO girano però molto larghe  e l'OCA ne approfitta e le infila all'interno portandosi seconda dopo la Cappella. Dietro, ancora nerbate fra ISTRICE e LUPA. Al I Casato la svolta. Il BRUCO sbaglia traiettoria, va a sbattere contro il bandierino e cade. L'OCA passa e il primo giro è suo. Seguono lo scosso del BRUCO, DRAGO, VALDIMONTONE, PANTERA dietro, intanto, sono cadute CIVETTA e ISTRICE.
Ora l'OCA si avvantaggia di qualche colonnino e controlla lo scosso del BRUCO, seguono il DRAGO e poi le altre. Al II S.Martino l'OCA è decisamente al comando e nella spianata del Comune evita un cavallo scosso che finisce per fare da tappo a quelli che seguono. Passa così il II Casato ed il II bandierino con l'OCA in testa di quattro colonnini sullo scosso del BRUCO ed il DRAGO che non riesce ad avere la meglio. Le altre ormai sono fuori dai giochi. A questo punto il palio è saldamente nelle mani dell'OCA che imposta le ultime due curve e alza il nerbo in segno di vittoria.

Giovanni Atzeni detto Tittia (OCA) alza il nerbo.

Giovanni Atzeni detto Tittia grida la sua gioia dopo la vittoria del suo secondo Palio.

Chi perde 'un cogliona, solo l'OCA fa festa.

16 Agosto 2010 | indietro | 16 Agosto 2011



 

Trifora

Trifora


2

Contrada della Chiocciola

CHIOCCIOLA

4

Contrada della Lupa

LUPA

6

Contrada della Tartuca

TARTUCA

8

Contrada del DRAGO

DRAGO

10

Contrada Sovrana dell'ISTRICE

ISTRICE