PALIO DI SIENA - 2 LUGLIO 2015

Trifora

Trifora


1

Contrada della TORRE

TORRE

3

Contrada Priora della CIVETTA

CIVETTA

5

Contrada del LEOCORNO

LEOCORNO

7

Contrada della PANTERA

PANTERA

9

Contrada Capitana dell'ONDA

ONDA

palio di siena
CARRIERA DI PROVENZANO

2 LUGLIO 2015


Qui a fianco si riportano le bandiere delle Contrade - cliccando su ognuna si accede direttamente alle pagine dedicate alla Contrada - che hanno preso parte alla corsa, il numero che appare sopra a ciascuna ne identifica l'ordine di entrata nel Campo durante il Corteo Storico.

31 MAGGIO - ESTRAZIONE (regole)

Contrade estratte

Oltre alle 6 Contrade che corrono di diritto (la Contrada Sovrana dell'ISTRICE non corre perché sotto squalifica di un palio), sono state estratte nell'ordine: PANTERA, SELVA, ONDA e TARTUCA, in modo da completare il lotto di 10 che partecipa a questo palio.

BRUCO, LUPA, DRAGO, GIRAFFA, CHIOCCIOLA, AQUILA e ISTRICE invece prenderanno parte alla carriera del 2 luglio 2016.

26 GIUGNO - PRESENTAZIONE DEL PALIO

Il drappellone di Francesco Mori

FRANCESCO MORI si è aggiudicato il concorso per la pittura del drappellone della carriera del 2 luglio.
La Commissione lo ha decretato vincitore in quanto, lo ha ritenuto“… capace di dimostrarsi, una volta portato alla reale dimensione, più idoneo ad assecondare le caratteristiche dello stendardo del Palio per il quale si concorreva: qualità della pittura, rispetto ed integrazione dell'iconografia e del tema, invenzione ed armonia degli elementi compositivi…” e per “... la sua semplicità di lettura, per l'auspicio di un atteggiamento positivo che i tempi impongono, per la creazione di una dolce e serena atmosfera, per l'interpretazione dei soggetti compositivi, per la qualità di esecuzione degli elementi disposti, per il cromatismo ascensionale che conduce dal terrestre al celeste, per la qualità della pittura che si preannuncia…”;

Francesco Mori

Originario di Grosseto è considerato un pittore emergente. Storico dell'arte e studioso di arte medievale, ha iniziato la sua carriera artistica in tenera età. Durante gli anni universitari ha frequentato i laboratori di Samuele Vanni e Roberto Altmann, entrambi eredi del maestro Pietro Annigoni. Mori insegna storia dell'arte, affresco, disegno e pittura ad olio. Esercita anche l'arte della calligrafia e illuminazione .
Il suo debutto artistico ha avuto luogo nel 2006, quando fu incaricato di dipingere una riproduzione della famosa finestra di Duccio per la "rotonda magna Fenestra", risalente al 1288, nel Duomo di Siena. La copia di Mori ha sostituito l'originale, che si conserva nel Museo dell'Opera del Duomo.Nel luglio del 2007 Vittorio Sgarbi, per conto della commissione incaricata della ricostruzione del duomo di Noto (SR), ha designato Francesco Mori per la realizzazione delle vetrate della cattedrale. L’impresa comprende la raffigurazione dei Sette sacramenti e La parola di Dio nella cupola e una serie di figure di santi e di simboli sacri nella navata e nel transetto.
Il sito internet dell'artista è www.francescomoriarte.it
Il drappellone è dedicato alla devozione verso le Sacre Particole di Siena nel centenario delle prime analisi scientifiche ed a tale proposito è prescritto che nella parte allegorica debba figurare tale avvenimento.

29 GIUGNO - LA TRATTA (regole)

ELENCO DEI CAVALLI AMMESSI

C a v a l l o N. coscia N. coscia C a v a l l o
ITALIANA DE SEDINI 25 4 PORTO ALABE
MISSISSIPPI 3 8 PREZIOSA PENELOPE
MOCAMBO 19 7 QUADRIVIA
MONTIEGO 21 6 QUARTER
MOROSITA PRIMA 1 13 QUARZUS
OCCOLE' 31 20 QUASIMODO DI GALLURA
ONDINA PRIMA ASS 10 QUERIDA DE MARCHESANA
ONEGLIA DE OZIERI 15 11 QUERINO
OPPIO 28 ASS QUESTURINO
ORA DI GALLURA 22 2 QUINTILIANO
OSAMA BIN 18 26 QUIT GOLD
OSVALDO 9 29 QULPA DI GALLURA
PASTEUR 16 12 RAKTOU
PERICLEA 23 30 RENALZOS
PHATOS DE OZIERI 17 5 ROBA E MACOS
PICCOLO SOGNO 14 ASS ROCCO RO
PITZULU 24 27 ROVAIO SAURO

ASSEGNAZIONE DEI PRESCELTI

Or

Co

Contrada

 

Or

Co

Contrada

1 1 TORRE 6 18 ONDA
2 2 PANTERA 7 19 TARTUCA
3 3 LEOCORNO 8 26 SELVA
4 4 V.MONTONE 9 28 OCA
5 5 CIVETTA 10 31 NICCHIO

I capitani varano un lotto verso l'alto ed in piazza la febbre sale. Tre bomboloni che fanno felici i popoli di NICCHIO (Occolé), TORRE (Morosita Prima) e OCA (Oppio). Pescano bene anche LEOCORNO (Mississippi) e SELVA (Quit Gold). Chiacchieratissimo il cavallo toccato in sorte alla PANTERA. La scelta delle monte diventa determinante. Il MARI si accasa in Salicotto, l'Atzeni nei Pispini e il Bruschelli in Vallepiatta. Sembra che l'accoppiata da battere sia Atzeni/Occolé per forza e ... fame di vittoria, ma occhio alle sorprese.

ORDINE ASSEGNAZIONE CAVALLI CON MONTE
l'ufficialità avviene con la segnatura dei fantini, la mattina del Palio.

Contrada Barbero Fantino
LEOCORNO Mississippi Turbine
TORRE Morosita Prima Brio
SELVA Quit Gold Trecciolino
NICCHIO Occolé Tittia
PANTERA Quintiliano Scompiglio
CIVETTA Roba e Macos Bighino
OCA Oppio Tremendo
ONDA Osama Bin Salasso
VALDIMONTONE Porto Alabe Veleno
TARTUCA Mocambo Brigante

ORARI DELLE PROVE E DEL PALIO

29 GIUGNO/2 LUGLIO - LE PROVE (regole)

Prova Contrada Vincitrice
CIVETTA
PANTERA
OCA
CIVETTA
gen. TARTUCA
provaccia ONDA

2 LUGLIO - LA CORSA (regole)

La mossa con le relative posizioni al canape:

LEOCORNO

TORRE NICCHIO PANTERA CIVETTA SELVA OCA TARTUCA VALDIMONTONE ONDA
R 9 8 7 6 5 4 3 2 1

Dopo ben 119 anni la Contrada della TORRE torna a trionfare nella carriera di Provenzano. Tra l'altro il 1896 coincise anche con l'ultimo cappotto del rione di Salicotto. L'artefice di questo successo è sicuramente, oltre alla cavalla MOROSITA PRIMA, Andrea Mari detto Brio, che ha confezionato un altro capolavoro. Corsa appassionante sotto molti punti di vista. Ma procediamo con ordine.
Una mossa estenuante ed interminabile che dura quasi un'ora e dieci minuti con il LEOCORNO di rincorsa e la CIVETTA immobile tra i canapi. L'OCA, per tutto il tempo non riesce ad allinearsi al canape ed infatti quando la rincorsa entra resta lì a guardarsi intorno.
Escono benissimo SELVA, TARTUCA ed ONDA seguite da CIVETTA, TORRE e LEOCORNO. Nelle retrovie intanto, all'altezza di Fontegaia il fantino del VALDIMONTONE afferra letteralmente con le mani quello del NICCHIO fino a farlo cadere rovinosamente sul tufo, un comportamento inaccettabile che non potrà non avere delle conseguenze disciplinari pesanti. Al I S. Martino girano SELVA, TORRE che infila l'ONDA all'interno, TARTUCA, LEOCORNO, CIVETTA e le altre. Lì finisce anche la sciagurata corsa dell'OCA che prende in pieno il bandierino e cade. Si arriva al I bandierino con la SELVA incalzata dalla TORRE e dall'ONDA, seguono la TARTUCA, il LEOCORNO, la CIVETTA e le altre. Al II S.Martino la SELVA arranca e la TORRE la infila comodamente all'interno e si porta in testa seguita dall'ONDA e da un ritorno di fiamma della TARTUCA, seguono le altre. Al II Casato la TORRE è saldamente al comando e l'ONDA passa la SELVA e si porta seconda. Dietro rinvengono CIVETTA e LEOCORNO. Ma ormai a Fonte Gaia è corsa a due. TORRE e ONDA. Così girano anche al III S.Martino con l'ONDA che sembra crederci e preparare l'attacco lungo la spianata. Si avvicina il decisivo III Casato con la TORRE che si prepara a rintuzzare l'affondo dell'ONDA, chiudendogli la curva, l'ONDA vuole crederci e si butta, ma picchia nel colonnino e perde inevitabilmente terreno. Anche la TORRE, che ha allargato per evitare il contatto con l'ONDA ingamba sui palchi, ma ne esce indenne e si avvia a vincere a nerbo alzato, con l'ONDA e la CIVETTA dietro.
Una corsa giostrata magistralmente come detto da Andrea Mari e da MOROSITA PRIMA per la gioia del popolo di SALICOTTO. Ed è tutto un tripudio di bandiere rosso cremisi.


Scoppia il mortaretto: E' TORRE !!!


Il ritorno in Provenzano dopo 119 anni.

DOPO LA CORSA

Chi perde 'un cogliona, solo la TORRE fa festa.

16 Agosto 2014 | indietro | 16 Agosto 2015


Trifora

Trifora


2

Nobile Contrada del NICCHIO

NICCHIO

4

Contrada di VALDIMONTONE

VALDIMONTONE

6

Nobile Contrada dell'OCA

OCA

8

Contrada della SELVA

SELVA

10

Contrada della TARTUCA

TARTUCA